Salta al contenuto principale

Stoccaggio alimenti deperibili

Logistica a 360°

Préparateurs de commandes
Quando si parla di stoccaggio merci nel settore alimentare, non si può non fare riferimento alla logistica a temperatura controllata. Ma di cosa si tratta? Il corretto stoccaggio dei prodotti deperibili è fondamentale per un’adeguata conservazione degli stessi. Si possono identificare due scopi principali: da un lato, quello di assicurare la salubrità dei prodotti, riducendo drasticamente i rischi per i consumatori, dall’altro, prevenire lo spreco di cibo. Questo è importante non solo per il rispetto dell’ambiente ma anche per le conseguenze che queste azioni possono avere a livello economico.

Le operazioni di stoccaggio di alimenti deperibili devono essere eseguite con precisione e accuratezza, al fine di assicurare la buona riuscita dell’intero processo.
Stoccaggio HACCP

Stoccaggio alimenti Haccp

In riferimento allo stoccaggio di alimenti deperibili, è necessario introdurre il concetto di  sistema di stoccaggio alimenti Haccp. Quando si parla di magazzino alimentare Haccp si fa riferimento ad una specifica organizzazione progettata e realizzata per cercare di evitare in tutti i modi che si verifichino situazioni rischiose e dannose per la salute dei consumatori circa il trasporto e la conservazione di alimenti  deperibili. Ma, nel concreto, di cosa si tratta?

È bene sapere che in questo sistema il protagonista è il magazzino, in particolare la sua componente gestionale. HACCP è l’acronimo di Hazard Analysis Critical Control Point: si tratta, dunque, di un sistema di controllo, che si pone come obiettivo quello di garantire la sicurezza igienica e la commestibilità degli alimenti conservati. Lo stoccaggio degli alimenti deperibili è, dunque, regolato dalle normative Haccp. Vediamo quali sono i punti principali di questo sistema di gestione del magazzino per garantire una corretta conservazione e trasporto dei prodotti alimentari deperibili.

Rack de côté

In primo luogo, è importante parlare di come ridurre al minimo qualsiasi tipo di contaminazione alimentare: come fare? Innanzitutto, è fondamentale mantenere un altissimo livello di pulizia in tutti gli scaffali e corsie del magazzino, insistendo particolarmente sulle aree intorno alle entrate, luoghi da cui possono facilmente fare un indesiderato ingresso animali e parassiti. È bene assicurarsi anche che gli scaffali siano realizzati con materiali perfettamente lavabili e posizionati leggermente rialzati rispetto al suolo, per facilitare tutte le operazioni di pulizia.

Si segnala anche l’importanza di prestare attenzione alla corretta detersione dei macchinari impiegati e dei carrelli e strumenti utilizzati per il lo spostamento degli alimenti deperibili. La pulizia del magazzino va effettuata servendosi di specifici prodotti che siano conformi al Manuale di autocontrollo Haccp.

Ci sono anche altre operazioni che devono essere necessariamente effettuate. Primo fra tutto il controllo sulle scadenze degli alimenti: questo processo deve essere effettuato con regolarità, specificando le modalità di ritiro o restituzione del prodotto. È, inoltre, importante un accurato monitoraggio su ogni prodotto in entrata per verificarne la conformità.

Stoccaggio 3

Metodi di stoccaggio degli alimenti

La corretta esecuzione dei processi di stoccaggio degli alimenti, come sottolineato in precedenza, è da considerarsi fondamentale per un’adeguata conservazione degli stessi. I metodi di stoccaggio degli alimenti sono diversi e si adattano perfettamente ad ogni occasione e necessità. Per comprendere al meglio come avvengono questi processi, è bene distinguere le tipologie di alimenti per capire qual è il metodo di stoccaggio più adatto.

Per quanto riguarda gli i prodotti deperibili, le normative e regole in vigore prevedono il ricorso a degli impianti frigoriferi in cui viene assicurato un corretto ricircolo dell’aria: si parla della logistica a temperatura controllata. I semilavorati, invece, devono essere conservati in contenitori in acciaio o plastica adeguatamente rinchiusi, ognuno dei quali contraddistinto da una specifica etichetta. Inoltre, gli alimenti devono essere collocati nelle diverse dotazioni frigorifere in base alla categoria merceologica di riferimento.

STEF, azienda leader nel settore, offre soluzioni per la logistica che vanno oltre il semplice stoccaggio delle merci. Affidandoti a noi avrai la sicurezza di poter contare su un partner esperto e affidabile, dotato di una rete integralmente a temperatura controllata, nel totale rispetto delle normative Haccp, in grado di garantire un lavoro di qualità, attestato dalle più importanti certificazioni esistenti.

Rack

Stoccaggio alimenti rialzato da terra

Un altro aspetto che non si può trascurare è quello che riguarda il posizionamento e la collocazione degli alimenti deperibili destinati alla conservazione in magazzini a norma, nel totale rispetto della normativa Haccp. In particolare, è necessario attrezzare il magazzino di riferimento con le strutture adeguate. Gli alimenti e bevande, di qualsiasi natura, in particolare quelli deperibili, devono essere, infatti, conservati in ambienti appositamente studiati in modo da non intaccare la qualità degli stessi.  Ma quali sono queste norme?

In primo luogo, è necessario che tutti gli alimenti siano posti al riparo dal sole, e, soprattutto, su scaffali o pedane rialzate. Questo aspetto rappresenta un punto particolarmente importante: porre sempre un rialzo in corrispondenza delle derrate alimentari, infatti, assicura la corretta messa in atto delle manovre di pulizia in ogni zona del magazzino, e, successivamente, interrompe la continuità con il pavimento impedendo l’eventuale contaminazione diretta degli alimenti.

I magazzini di STEF sono perfettamente studiati in quest’ottica e dotati di tutte le certificazioni del caso. In questo modo, sono in grado di assicurare ai clienti che desiderano affidarsi a STEF un servizio di stoccaggio e logistica di alta qualità che ha come obiettivo quello della miglior conservazione possibile dei prodotti deperibili.

Image salarié en entrepôt

Normativa stoccaggio alimenti

La normativa di un deposito atto allo stoccaggio di alimenti prevede una serie di regole che vanno seguite pedissequamente per garantire un corretto livello di conservazione degli stessi. Vediamo quali sono le direttive principali:

  • le finestre nei locali di manipolazione devono essere dotate di reti protettive in modo da impedire il passaggio di qualsiasi tipologia di agenti contaminanti. Queste reti devono essere rimovibili e completamente lavabili;
  • il magazzino deve essere dotato di un idoneo sistema di evacuazione del vapore e di aerazione in modo da impedire i fenomeni di condensa;
  • il sistema di ventilazione deve essere regolato tramite la normativa di riferimento per trattamento e immissione di aria tramite gli impianti di ventilazione forzata: la UNI 100339/1995.

Si sottolinea, inoltre, che, per ottenere l’autorizzazione deposito alimentare, è di fondamentale importanza che il sistema idrico assicuri un alto livello di igiene. Sempre in riferimento alle norme sullo stoccaggio alimenti HACCP è bene sapere anche un’altra cosa; tutte le superfici che entrano in contatto con gli alimenti devono essere lavabili, anche nel caso di prodotti confezionati.