Salta al contenuto principale

Ladies First: le donne al lavoro in STEF

Parliamo di noi

Ladies First STEF
Nei mesi scorsi, STEF Italia ha promosso un’iniziativa dedicata alle donne.
Nata a valle dell’analisi di clima aziendale svolta lo scorso anno, dalla quale sono emerse alcune testimonianze sulla diversità di genere in azienda, questa iniziativa ha permesso non solo la condivisione di idee ma ha dato anche vita ad alcuni interessanti progetti interamente dedicati alle quote rosa di STEF.

Start up dell’iniziativa

La scorsa estate, le Risorse Umane hanno somministrato un questionario indirizzato a tutte le 282 collaboratrici STEF in Italia. Grazie ai feedback ricevuti, è nata l’idea della creazione di un laboratorio, in cui è stato coinvolto un campione di colleghe aventi risposto al questionario. Le 30 colleghe coinvolte nel progetto sono state selezionate in modo da rappresentare perfettamente lo spaccato delle quote rosa di STEF: età variegate, condizioni familiari differenti, anzianità aziendali diverse, diversi ruoli e inquadramenti professionali.
Il laboratorio “Ladies First: il femminile in STEF”  è stato strutturato in 3 giornate specifiche per ciascuno dei 2 gruppi creati ed ha avuto luogo tra settembre ed ottobre.

 

Un laboratorio di idee al femminile

In aula, oltre al coinvolgimento di Chiara Isoppo, Responsabile Selezione e Formazione del Personale di STEF Italia, la Dott.ssa Paola Lazzarini, coach di grande esperienza che collabora con la nostra azienda da diversi anni. Lo scambio di riflessioni, opportunità ed esperienze avvenuto durante queste giornate ha dato vita ad una vera e propria Community Rosa: si è parlato di Empowerment al femminile e del valore e del grande significato che porta con sé il contributo professionale delle donne lavoratrici. Attraverso l’approfondimento delle tecniche specifiche di espressione, di relazione e di confronto produttivo si sono individuate delle best practices condivise senza mai sfociare nel concetto di differenze di genere o di “quote rosa”. Piuttosto, il tema della “diversity” è stato affrontato come fonte di ricchezza e di opportunità sia per il mondo maschile che per quello femminile, riconoscendo le naturali sfumature delle differenti modalità di relazione e di comportamento e capitalizzando le inevitabili divergenze.

 

Progetti da premiare

Queste giornate ricche di scambi costruttivi hanno arricchito e valorizzato la conoscenza e la consapevolezza delle diverse funzioni aziendali e delle diverse realtà STEF, distribuite sul territorio nazionale. Le testimonianze portate dalle quote rosa professioniste che operano in STEF sono state una fucina di idee e un motore esperienziale che meritano di essere promossi a livello corporate. Un esempio di proattività consapevole sia da un punto di vista personale che professionale. 
Il confronto onesto e aperto ha condotto alla riflessione condivisa che quanto più si valorizzerà la comunione di esperienze, il confronto di idee e il rispetto della diversità indipendentemente dal genere, tanto più le opportunità, in STEF, di crescere come professionisti e di far lievitare il business sono traguardi motivanti e pienamente sostenibili nel lungo termine.   
Trai vari progetti presentati durante il laboratorio, ne sono stati selezionati due, che sono successivamente stati presentati al Comitato Direttivo di STEF Italia, trovando grande consenso ed entusiasmo. Le idee racchiuse in questi progetti verranno messe in pratica sin da subito e raccontate anche sul nostro blog
Non perdetevele!

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sul sito stesso.

Proseguendo nella navigazione su questo sito si accetta l’utilizzo dei cookie. Per saperne di più, cliccate qui.