Salta al contenuto principale

Differenza tra congelato e surgelato: qual è?

Curiosità

Differenza tra congelato e surgelato
Congelare e surgelare sono due termini spesso confusi tra loro. Dobbiamo innanzitutto dire che questi due processi sono piuttosto diversi e diverso è anche il risultato finale. Vediamo insieme in cosa si distinguono.
congelamento e surgelamento

Qual è la differenza?

La differenza tra congelato e surgelato è caratterizzata prevalentemente dalla temperatura e dal tempo di lavorazione. La surgelazione è un processo che può avvenire solo a livello industriale e che permette di ottenere prodotti le cui caratteristiche nutrizionali restano invariate, sottoponendo l’alimento a temperature inferiori ai -18°C che portano alla formazione di micro-cristalli di acqua che non danneggiano la struttura biologica del prodotto. Le proprietà organolettiche e nutrizionali (proteine, vitamine, carboidrati, ecc.), così come il sapore dei cibi, restano inalterati rispetto al prodotto originale. I prodotti surgelati sono quelli che si trovano al supermercato. 
Il processo di congelamento è un processo più lento rispetto ala surgelazione: un prodotto congela se sottoposto a temperature comprese tra gli 0°C e i -15°C, con la formazione di cristalli di ghiaccio più grandi. Si parla di cibi congelati per i piatti fatti in casa. Sebbene sia un metodo efficace per prolungare la conservazione dei cibi, la congelazione non permette di bloccare al 100% l’attività degli enzimi, con conseguente deterioramento nel tempo della qualità originaria del prodotto.
 

congelato o surgelato

E la catena del freddo?

Buona norma prima di procedere all’acquisto è verificare che non sia stata interrotta la catena del freddo: vi basterà guardare e toccare la confezione, sulla parte esterna non dovrà essere presente brina mentre all’interno non dovrete sentire agglomerati di prodotto. Questi infatti si formano in seguito a un processo di scioglimento e successivo ricongelamento. La temperatura degli alimenti surgelati deve essere mantenuta in tutti i punti del prodotto ad un valore pari o inferiore a – 18°C: è questa la migliore garanzia per il consumatore riguardo alla qualità e all'integrità dei prodotti surgelati acquistati.

logistica surgelati e congelati

STEF Frozen

STEF in Italia garantisce lo stoccaggio, la preparazione e la consegna delle merci attraverso una rete capillare di piattaforme totalmente a temperatura controllata (tra i -25°C e i +18°C), in grado di assicurare performance operative di alto livello. L’expertise di STEF si estende quindi anche al settore del surgelato:  STEF Frozen è infatti la business unit dedicata a questa particolare tipologia di prodotti. Con un volume di stoccaggio di 1,3 milioni di m3 totali, STEF Frozen si avvale di due poli logistici: il primo, a Fidenza (Parma), considerato una delle maggiori piattaforme di logistica surgelata d’Europa, ed il secondo, ad Ascoli Piceno, è posizionato in maniera ottimale, trovandosi sulla dorsale adriatica. 
La sua mission è fungere da collegamento tra il mondo agroalimentare e quello dei consumatori. STEF Frozen offre il suo know how di servizio a un ampio portafoglio di player dell’industria alimentare per aumentare, in modo sostenibile, l’efficienza della loro supply chain.
 

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sul sito stesso.

Proseguendo nella navigazione su questo sito si accetta l’utilizzo dei cookie. Per saperne di più, cliccate qui.